Pubblicità a negozi che vendono mobili in Abruzzo.


Mobili in Abruzzo

Mobili artigianali in Abruzzo

Arredamento: Mobili (artigianali) in Abruzzo: cucine, divani, bagni, camere da letto, mobili da giardino ... in Abruzzo (L'Aquila, Pescara, Teramo e Chieti)


I migliori mobili in Abruzzo

www.mobili.abruzzo.it propone mobili in Abruzzo: anzi i migliori mobili in Abruzzo ... anche componibili.


Artigian Mobili


Se vuoi conoscere le offerte di cucine, visita www.cucine.abruzzo.it.

Se invece vuoi conoscere le offerte dei divani, visita www.divani.abruzzo.it.


Descrivici i tuoi mobili ideali, ti ricontatteremo noi:


* Nome e Cognome


Telefono


* E-mail


* Messaggio


* Accetto regolamento privacy e successive modifiche.

* Campi obbligatori.





Arredamento

Arredamento: dal gotico raidjan (apparecchiare).

Con la parola arredamento si indica tutto ciò che serve per ornare gli interni e gli esterni di un edificio.

Per questa ragione, l'arredamento non si può definire come un'arte, ma piuttosto come l'insieme di tutte le arti che concorrono armonicamente ad abbellire e dar carattere di praticità tanto all' abitazione civile quanto agli uffici pubblici; ai luoghi di ritrovo, ai negozi, alle officine, ai laboratori, alle scuole, alle chiese, ai conventi, e ad ogni ambiente dove si svolge la vita pubblica o privata di un popolo.

... omissis ...

All' arredamento concorrono non solo le arti minori, o applicate, ma tutte le arti, anche le maggiori, a cominciare dall' architettura, che con le sue leggi rigorose domina e regola la disposizione degli oggetti in un ambiente, il carattere e lo stile delle decorazioni sulle pareti, le linee e le proporzioni dei mobili negli spazi.

La pittura e la scultura concorrono pure con le loro più svariate applicazioni, e anche per loro stesse, nel caso in cui si tratti di quadri o di statue a sé, alle quali è assegnata una precisa destinazione e una funzione decorativa.

La decorazione interna è parte essenziale dell' arredamento, tanto da divinere quasi sinonimo; benchè per decorazione interna si intenda generelmente tutto ciò che a carattere fisso in un ambiente ed è perciò strettamente legato con l'architettura; mentre invece l'arredamento comprende oltre che gli oggetti fissi, anche tutti quelli che possono avere una collocazione provvisoria, e possono essere portati da un posto all'altro.

Per questo suo significato largamente comprensivo, quando parliamo di arredamento possiamo riferirci a infinite cose, come mobilio, vetri, ferri battuti, stucchi, ceramiche, stoffe, tappeti, arazzi, ecc. ...


Mobili

I mobili, sono oggetti destinati all' arredamento interno ed esterno degli edifici.


Costruzione dei mobili

La costruzioni di mobili è una delle più antiche arti industriali ed attualmente è una delle più diffuse in tutto il mondo. Negli ultimi 150 anni i metodi di lavorazione sono stati radicalmente modificati dall' introduzione di nuove macchine; ma le esigenze artistiche della produzione non hanno consentito di sostituire le macchine all' uomo nella stessa misura di altre industrie moderne.


Materie prime per i mobili

Il materiale più usato per la costruzione di mobili è il legno, sia massiccio, sia lastronato, impiallacciato o compensato.

Per certi mobili, si usa anche il legno curvato a vapore. Per altri si usano i vimini, rafia e pianta asiatica, il rattan; in qualche caso è usata anche una pasta di legno sostenuta da filo metallico e mntata su ossature di legno.

Si fanno mobili anche interamente metallici, ordinariamente di tubi, di profilati e di lamiere di ferro ed acciaio; però questo tipo di costruzione è utilizzato soltanto per i letti, i tavoli, i mobili da ufficio e pochi altri.

Nella costruzione di mobili entrano come materie prime accessorie i metalli, il vetro, gli specchi, i marmi. Molto importanti in certi mobili prevalenti, sono le stoffe di cuoio e le imbottiture.


Legni per la costruzione di mobili

Per la costruzione di mobili si usano moltissimi legni diversi.

Il noce, usato in tempi antichi, conserva tuttora grande importanza. Si continua ad usare anche la quercia. Sono molto usati l' abete, il faggio, il pioppo, il frassino, l' acero, il larice, la betulla, l' olmo, l' ontano, il castagno, il cipresso, il tiglio, il rovere, l' ulivo, il noce.

Inoltre per la costruzioni di mobili molti legni dei paesi tropicali, specialmente il mogano vero e gli altri legni che vanno sotto lo stesso nome; l' ebano vero, l' ebano di Celyon e delle Indie Occidentali, il teck, il legno di tuia, i legni di Koa, hura, ecc.

Per le impiallacciature moderne si usano le radici di noce, di tuia, di mayduck, di olmo e di molti altri legni.


Legno massiccio

Il legno massiccio conserva il vantaggio di poter essere scolpito; e inoltre se la sua superficie esterna viene intaccata o logorata, il danno all' apparenza del mobile può essere facilmente rimediato, perchè resta scoperto legno della stessa natura.

Ma il principale vantaggio dell' utilizzo del legno massiccio nella costruzione di mobili è quello che non richiede quelle cure che sono necessarie per la buona riuscita del mobile impiallacciato.


Legno impiallacciato, lastronato e legno compensato

L' arte di impiallacciare il legno è antichissima e fu praticata dagli Egiziani. L' impiallacciatura è costituita da un sottile foglio di legno pregiato, incollato su un legno diverso, preferibilmente interponendovi un altro foglio con le fibre disposte trasversalmente a quelle del primo. L' impiallacciatura ha uno spessore che può variare da 6/10 di mm a 2 mm; quando supera tale spessore e diviene di 3,4,5 mm e oltre il legno si chiama lastronato o placcato.

Il legno compensato, entrato nell' uso da pochi decenni, è costituito da tre o più fogli che vengono incollati sotto forte pressione, dopo averli sovrapposti in modo che le fibre dell' uno siano disposte trasversalmente a quelle dell' altro.

... omissis ...


Industria del mobile

L' industria della fabrizazione del mobile è una di quelle industrie nelle quali continua a difendersi con maggiore successo l'artigianato, che è numeroso e stabilito da antica data nei più piccoli centri.

La produzione in grandi serie di mobili è limitata alla sedie, al acuni mobili di legno curvato, ai mobili per elettrodomestici, ai classificatori in ufficio e simili.

Ormai in europa è molto raro il caso in cui la lavorazione è completamente eseguita a mano a partire dalle segature del tronco.

La produzione preferita è quella di mobili a buon mercato. In europa esistono delle grandi fabbriche di mobili a buon mercato, negli USA sono più numerose.

Tratto da: eciclopedia Treccani, volume XXII.


Artigianato del mobile in Abruzzo

In Abruzzo esistono molti laboratori di creazione e restauro di mobili. Le lavorazioni vengono fatte quasi esclusivamente a mano.

Alcuni di questi laboratori sono dotati di un discreto numero di macchine, molti invece sono i laboratori familiari che eseguono lavorazioni anche a domicilio.

I più sono specializzati in alcuni tipi di forniture, per esempio camere da letto, sale da pranzo, alcuni tipi di mobili singoli, tavoli, sedie.

Sono numerosi gli artigiani che lavorano nella propria abitazione, ma sono numerosi anche i piccoli laboratori che lavorano per conto di qualche imprenditore, che li finanzia, fornisce loro la materia prima e in ogni caso si occupa della vendita dei mobili prodotti.

L' artigianato del mobile in Abruzzo, è una delle princpali attività manufatturiere che ha conservato intatta la qualità eccelsa: sia perchè la maestranza si è trasmessa da padre in figlio sia per la qualità del legno.